Comunicato N° 1 (aggiornato)

“Cavalli in città”, la Festa Patronale di San Savino è ad una svolta

Tutto è pronto per l’edizione 2014 di “Cavalli in città”, l’evento che da quest’anno vede ancora una volta in primo piano, nel ruolo di organizzatore, l’Associazione Festa e Fiera di San Savino presieduta da Massimo Nicolotti, affiancata da Eporedia 2004 guidata da Elvio Gambone.
Un’unione che ha diversi obiettivi: rilanciare la festa anche attraverso la revisione del programma, dare all’avvenimento un carattere interregionale e nazionale e garantire finanziamenti diversi rispetto al passato.
Una soluzione che è piaciuta al Comune di Ivrea, ed in particolare al Sindaco Carlo Della Pepa ed all’Assessore al Commercio e Manifestazioni Giovanna Strobbia.
Di fatto per questa edizione la festa sarà del tutto autofinanziata, senza che il Comune debba garantire un investimento economico, al di là del contributo in termini di logistica e di servizi.
«Ormai questa soluzione è diventata una necessità e sempre di più occorrerà ragionare in questo modo per garantire manifestazioni che consentano ai cittadini lo svago ed il mantenimento delle proprie tradizioni senza gravare sui bilanci comunali» dice Elvio Gambone
«In questi tempi e con questi scenari economici difficili per i Comuni – dice Giovanna Strobbia – la grande sfida che ho scelto di cogliere è quella di mantenere alto il livello delle nostre numerose manifestazioni cercando nuove fonti di finanziamento, pubbliche e private.
In questo panorama la ormai storica e consolidata Fiera dei Cavalli legata agli eventi patronali è forse, tra tutte, la sfida più ambiziosa: renderla più importante ed ottenerne un riconoscimento anche fuori dalla nostra regione, riducendo la spesa a carico del Comune. “Cavalli in Città 2014” – conclude Strobbia – sarà il primo passo in questa direzione.»
Perché “Cavalli in città”, come sostiene Massimo Nicolotti, «è la festa della gente e i cavalli ad Ivrea sono presenti nella storia di ieri, nella vita e nelle tradizioni di oggi, legame chiaro e significativo tra passato, presente e futuro.»
La festa si svolgerà dal 3 al 7 luglio.
Il programma prevede la sera di giovedì 3 luglio, alle ore 20, la grande cena di apertura della fiera sul Lungo Dora (solo su prenotazione – 3345014556), venerdì 4 luglio, alle ore 21, la sfilata di carrozze per le vie del centro storico, sabato 5 luglio, alle 9,30 l’apertura delle manifestazioni fieristiche, la grande fiera equina “Cavalli in città”, passeggiate a cavallo, esposizione di materiale equestre e carrozze; alle 16 l’inizio degli spettacoli equestri, prove di abilità e ponies games; alle 21,30 grande spettacolo equestre e spettacoli musicali. Domenica 6 luglio, alle 9,30 apertura delle manifestazioni fieristiche, la grande fiera equina “Cavalli in città”, la presentazione e valutazione morfologica dei cavalli delle varie categorie; alle 10,30 nelle vie e nelle piazze cittadine, folklore e animazione. Alle 15 proseguimento delle valutazioni e giudizio finale per l’assegnazione dei trofei delle varie categorie; alle 17,30 premiazione dei cavalli vincenti preceduta dalla sfilata per le vie del centro cittadino. Alle 22,30 grande spettacolo pirotecnico.
Infine lunedì 7 luglio, alle 12,30 in Piazza Ottinetti, il pranzo di chiusura della fiera (solo su prenotazione – 3345014556).
Durante tutta la manifestazione saranno presenti punti di ristoro gestiti direttamente dall’organizzazione.
Per esporre i soggetti alla Fiera, presentare prodotti o allestire stand commerciali contattare i seguenti numeri: 338.3604089 – 335.236641 – 348.2660109.
Per info: Mario Damasio – 335.6086665 – www.eporedia2004.eu

L’obiettivo degli organizzatori
“Cavalli in città”, qualificata per l’elevato livello qualitativo degli animali esposti, si deve porre sempre più come riferimento nazionale ed internazionale per gli appassionati di questo settore. Sarà poi importante che la manifestazione, diventi, oltre che la festa del Santo Patrono della Città, un momento di attrattiva turistica capace di attirare in città turisti approfittando anche della concomitanza con il periodo estivo. Per questo motivo occorre dare un maggior rilievo sui mezzi di informazione sia di settore che nazionali al fine di agevolarne la promozione e ricercare finanziamenti pubblici e privati capaci di apportare quell’accresciuto apporto finanziario necessario a creare la maggior visibilità dell’evento. Infine occorrerà ricercare un rapporto con altre realtà nazionali ed internazionali con cui creare sinergie capaci di aumentare la visibilità della manifestazione. Un progetto di sviluppo che nasce nel 2014 e che, visto il poco tempo a disposizione, potrà e dovrà svilupparsi anche negli anni futuri. Un primo passaggio sarà visibile già quest’anno con lo svolgimento della Fiera dei cavalli in due giornate (sabato e domenica) invece di una sola, gli spettacoli equestri e musicali la sera del sabato ed i fuochi di artificio la domenica sera.

La tradizione dei cavalli
La Festa di San Savino riconduce ogni anno ad una delle tradizioni più antiche che caratterizza il territorio eporediese: la tradizione dei cavalli.
Nella storia della cittadina, fin dai tempi della romana “Ipporegia”, i cavalli hanno continuato ad avere un ruolo importante; da qui transitava infatti l’antica strada delle Gallie che, provenendo da Piacenza, passava Ivrea, toccava Augusta Pretoria (Aosta) per giungere in Francia e in Svizzera. Lo stallaggio e le stazioni di cambio dei cavalli furono per secoli un’attività redditizia per gli eporediesi.
Ivrea può quindi vantare una tradizione equestre antichissima, e da questo punto di vista è una delle principali città a livello nazionale. La Fiera equina di San Savino deriva proprio da tale tradizione e nel tempo ha visto accrescere la propria polarità a livello nazionale.
Il rapporto di collaborazione che ha saputo nel tempo instaurarsi tra l’uomo ed il cavallo, rende facilmente comprensibile come questo animale sia riuscito a farsi amare dalla popolazione locale, attraverso un legame che ancora oggi lo vede protagonista nelle grandi manifestazioni cittadine, dove esemplari stupendi fanno bella mostra di sé, in un susseguirsi di eventi dove di scena sono gli spettacoli equestri, le sfilate in carrozza, la presentazione degli attacchi, la grande fiera equina.